Comunità Energetiche Rinnovabili: accordo tra il Comune di Gioiosa Marea e Federconsumatori

E’ stato firmato oggi, martedì 21 novembre 2023, il protocollo d’intesa tra il Comune di Gioiosa Marea (ME) e Federconsumatori Sicilia finalizzato all’apertura di un nuovo sportello informativo sulle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER). Continua a leggere

Decreto caro-voli, Federconsumatori Sicilia chiede chiarezza

caroviaggi natale costi aereo federconsumatori antitrust

Federconsumatori Sicilia nutre molti dubbi sul decreto annunciato dal Presidente della Regione Renato Schifani e dall’assessore ai Trasporti, Alessandro Aricò, in base al quale sarà messo in piedi un meccanismo di rimborso del prezzo dei biglietti da e per la Sicilia, fino ad un massimo di 150 euro. I dubbi sono sia di merito che di metodo. Continua a leggere

Contraffazione: giornata informativa di Federconsumatori a Palermo

Federconsumatori Sicilia sarà presente, il 26 ottobre dalle ore 9:00 alle 13:00, nel piazzale della facoltà di Ingegneria all’interno della cittadella universitaria di Palermo. La nostra associazione parteciperà, con uno stand informativo, all’Open Day “Io sono originale” che fa parte della “settimana anticontraffazione“. Continua a leggere

Gioco d’azzardo online: numeri preoccupanti in Sicilia

Il Libro nero dell’azzardo, appena pubblicato da Federconsumatori e CGIL in collaborazione con la Fondazione ISSCON, mette in luce l’enorme giro di denaro che ruota intorno al gioco d’azzardo, sia nelle sale gioco e sale slot fisiche che online, con una netta preponderanza del gioco “in persona” al Nord Italia e di quello “a distanza” al Sud Italia.

La Sicilia è la seconda Regione in Italia per euro spesi nel gioco d’azzardo online: 8,67 miliardi l’anno. Solo la Campania gioca di più, con 10,4 miliardi. Stessa classifica per l’importo medio giocato pro-capite: 1.806 euro l’anno in Sicilia e 1.874 euro in Campania, contro una media nazionale di 1.719 euro. Continua a leggere

Back to school con mazzata: i dati e i consigli di Federconsumatori

Brutte notizie per i consumatori siciliani a pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico 2023/24: l’inflazione colpisce duro anche sui libri e sul corredo scolastico con costi in crescita per le famiglie. A crescere, rispetto al 2022, sono soprattutto i prezzi dei libri per il biennio delle scuole superiori di secondo grado (licei, ma anche istituti tecnici professionali e artistici). Crescono anche i prezzi dei libri per le scuole superiori di primo grado. Le scuole palermitane, ad esempio, hanno fatto scelte particolarmente costose in quanto a libri di testo obbligatori, ma scelte simili ci vengono segnalate anche nelle altre province. Continua a leggere