Domenica 20 agosto si è concluso il progetto “Sportelli del Consumatore” promosso da Federconsumatori Sicilia, come Associazione capofila, in collaborazione con ACU, AIACE e UGCONS e con il supporto economico del Governo Nazionale e di quello Regionale.

Il progetto è iniziato il 7 marzo 2022 e, visti gli ottimi risultati, è stato prolungato di un mese (la data di fine originariamente prevista era il 20 luglio 2023). Per tutta la durata del progetto sono stati assistiti 2.545 utenti, di cui 1.609 in presenza, sono state attivate 844 pratiche e gestite 100 conciliazioni con le grandi aziende della telefonia, energia, trasporti, banche e finanziarie.

Altissimo (99%) il livello di gradimento nei confronti del progetto “Sportelli del Consumatore“, misurato tramite la somministrazione di circa 1.550 questionari agli utenti.

Il progetto “Sportelli del Consumatore” ha permesso a Federconsumatori, ACU, AIACE e UGCONS di offrire assistenza gratuita e qualificata ai consumatori tramite quattro sportelli ubicati a Palermo, Caltanissetta (sportello ubicato a Niscemi fino al 31 luglio 2022), Pietraperzia (Enna) e Paternò (Catania).

Il cittadino ha potuto rivolgersi agli sportelli, che sono rimasti aperti per almeno 18 ore a settimana (spalmate su 3 o 4 giorni), per avere informazioni e supporto su tutte le principali questioni relative all’esercizio dei suoi diritti di consumatore-utente e per conoscere cosa prevedeva la legge in ogni caso specifico.

Per tutta la durata del progetto sono stati anche creati e distribuiti ai cittadini materiali informativi e questionari, sono stati organizzati eventi pubblici (in presenza o a distanza, in base alle possibilità) sui diritti dei consumatori e sono state organizzate aperture straordinarie aggiuntive (Open Day) per ulteriori 65 ore.

Tra i tantissimi temi sui quali è stato possibile richiedere assistenza agli sportelli ci sono stati anche il rapporto con la sanità, sia pubblica che privata, i rimborsi relativi a viaggi e trasporti, il sovraindebitamento, le garanzie relative all’acquisto beni e servizi, i rapporti con la Pubblica Amministrazione, le bollette di luce, gas, telefono, acqua e TARI.

Il tutto durante mesi molto difficili per i consumatori, che all’uscita dalla pandemia si sono ritrovati ad avere a che fare con un’inflazione galoppante e prezzi alle stelle, con il caro voli, il caro benzina, gli aumenti di bollette energetiche e, negli ultimi mesi, persino i black out elettrici per le ondate di calore e i gravissimi disagi causati dall’incendio all’aeroporto di Catania.

Nell’ultimo anno e mezzo, per i consumatori siciliani, è successo di tutto e di più – spiega Alfio La Rosa, presidente di Federconsumatori Sicilia – Per questo abbiamo fornito assistenza sui più disparati temi, risolvendo molto spesso i problemi di utenti letteralmente spaesati. Ringrazio tutti gli operatori che hanno assistito i consumatori, ma anche le altre associazioni che hanno partecipato al progetto, per il grandissimo sforzo profuso in questi mesi difficilissimi“.