Servizio Civile Universale in Federconsumatori: 12 posti in Sicilia

Il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale (DPGSCU) del Governo ha emanato il bando per la selezione di operatori volontari da impiegare in progetti afferenti a programmi di intervento di Servizio Civile Universale. La novità di quest’anno è che ci sono ben 12 posti disponibili per il progetto “Sguardi Vigili” di Federconsumatori Sicilia, divisi in diverse sedi dell’associazione:

  • Federconsumatori Sicilia (sede regionale a Palermo) – 2 volontari
  • Federconsumatori Palermo – 2 volontari
  • Federconsumatori Mascalucia (CT) – 2 volontari
  • Federconsumatori Messina – 1 volontario
  • Federconsumatori Siracusa – 1 volontario
  • Federconsumatori Enna – 2 volontari
  • Federconsumatori Licata (AG) – 1 volontario
  • Federconsumatori San Cataldo (CL) – 1 volontario

Anche quest’anno l’unico modo per presentare domanda di partecipazione al bando di selezione è collegarsi al portale nazionale https://domandaonline.serviziocivile.it, accedendo con SPID o registrando le proprie credenziali. Le domande devono essere presentate entro e non oltre le ore 14:00 del 15 febbraio 2024.

Possono accedere alle selezioni tutti i giovani tra i 18 e i 28 anni, in possesso di cittadinanza italiana, europea, o extra Unione Europea con regolare permesso di soggiorno e incensurati. E’ previsto un impegno pari a 25 ore settimanali, per 12 mesi, con un rimborso di 507,30 euro mensili.

Decreto caro-voli, Federconsumatori Sicilia chiede chiarezza

caroviaggi natale costi aereo federconsumatori antitrust

Federconsumatori Sicilia nutre molti dubbi sul decreto annunciato dal Presidente della Regione Renato Schifani e dall’assessore ai Trasporti, Alessandro Aricò, in base al quale sarà messo in piedi un meccanismo di rimborso del prezzo dei biglietti da e per la Sicilia, fino ad un massimo di 150 euro. I dubbi sono sia di merito che di metodo. Continua a leggere

Incidente mortale Palermo-Messina, Federconsumatori: “Tragedia annunciata”

Federconsumatori Sicilia esprime le proprie condoglianze alla famiglia del dottor Francesco Vincenzo Maniaci, giovane medico morto lunedì all’alba mentre percorreva l’autostrada Palermo-Messina, a causa dell’impatto contro un albero caduto poco prima sulla carreggiata.

Come è noto, non è affatto il primo caso di questo genere lungo le autostrade siciliane: appena un anno fa è caduto un albero sulla Catania-Messina, dieci anni fa ne è caduto uno sulla Palermo-Messina all’altezza di Villabate. Questa volta, però, c’è scappato il morto. Continua a leggere