Federconsumatori Sicilia rafforza la sua presenza a Messina

federconsumatori-messina-nebrodi

LA ROSA: TRE SPORTELLI PER TUTELARE I DIRITTI DI TUTTI

Patti, Sant’Agata di Militello e Barcellona Pozzo di Gotto: sono queste le tre sedi di Federconsumatori Sicilia nell’area nebroidea che vanno a rafforzare la tutela dei consumatori in provincia di Messina. L’ultimo sportello, quello di Patti, è stato inaugurato giovedì 17 settembre dal presidente regionale dell’associazione Alfio La Rosa e si va ad aggiungere agli altri due, di recente attivazione. Continua a leggere

Alluvione Palermo: Federconsumatori chiede l’intervento della Magistratura

ALLUVIONE-PALERMO

LA ROSA: FARE LUCE SULLE CAUSE – VIZZINI: CHI PAGHERA’ I DANNI?

Disastro: è questa l’unica parola che può descrivere quanto è successo ieri pomeriggio a Palermo. Un disastro climatico, economico, amministrativo ma, per fortuna, non anche umano: l’unica buona notizia è che non sembrerebbero esserci state vittime. Continua a leggere

Acqua, disservizi Acoset: interviene Federconsumatori Catania

federconsumatori-sicilia-acqua-potabile-palermo

NICOSIA: I COMUNI ALZINO LA VOCE

Ad appena pochi giorni dall’arrivo dall’estate arrivano puntuali i disservizi nella distribuzione dell’acqua potabile da parte dell’ACOSET, l’azienda consortile che gestisce il servizio idrico integrato in 20 Comuni della fascia pedemontana dell’Etna. Lo denuncia la Federconsumatori provinciale di Catania, la quale, per dare la dimensione del problema, ricorre alla metafora di un vero e proprio bollettino di guerra, che campeggia nel sito web dell’azienda, nella pagina dedicata alle segnalazioni dei disservizi, che già, in effetti, si registrano da circa un mese. Continua a leggere

Acqua a Palazzolo Acreide: Federconsumatori chiede incontro al sindaco

sistema idrico integrato acqua
LA ROSA: CARTA DEI SERVIZI NON IN REGOLA, CHIEDIAMO INCONTRO DA TRE SETTIMANE

In questi giorni nel Comune di Palazzolo Acreide, in Provincia di Siracusa, è in atto una raccolta firme da parte del Forum Regionale dei movimenti per l’Acqua e i Beni Comuni per chiedere al Consiglio Comunale l’annullamento in autotutela della delibera con la quale è stato approvato un project financing da 13 anni di durata, finalizzato alla sostituzione dei contatori idrici con nuovi smart meter. Secondo il Forum, infatti, molti aspetti dell’iter che ha portato all’approvazione di questo progetto di finanza sono discutibili e, assai probabilmente, in conflitto con il Codice degli Appalti e le delibere dell’ANAC, l’Autorità Nazionale Anti Corruzione. Continua a leggere