Trapani-Catania di Serie C: Federconsumatori assiste gli utenti beffati dalla Pay TV

trapani catania rimborso eleven sport federconsumatori sicilia

NICOSIA: ELEVEN SPORTS DOVRA’ RISPONDERE DIRETTAMENTE

La partita dei play off di serie C, giocata domenica scorsa, 2 giugno, dal Catania a Trapani, per molti tifosi rossoazzurri e’ stata una doppia beffa: oltre all’eliminazione della loro squadra del cuore, hanno subito anche il disservizio di non poter vedere in diretta streaming l’importante incontro, nonostante avessero pagato il ticket alla Eleven Sports srl di Roma, che seguiva l’evento. La società, una PAY TV dedicata alla trasmissione di eventi sportivi, dietro il pagamento di un ticket di 3,90 euro, aveva garantito la visione on line, in diretta, della partita, ma così non è stato.

Lo denuncia la Federconsumatori di Catania, che sta assistendo numerosi utenti, i quali hanno avuto accesso alla piattaforma digitale, ma senza poi poter seguire l’evento, nonostante avessero pagato il ticket. Il disservizio fu subito segnalato da molti tifosi alla Eleven Sports, ma senza che il problema venisse risolto. La Federconsumatori di Catania ha inviato una diffida alla Compagnia di PAY TV, chiedendo quali iniziative la società stia predisponendo, in ossequio al D.Lgs. n. 206 del 2005 (il Codice del Consumo), per risarcire le migliaia di utenti che hanno subito il grave disservizio.

Per il presidente provinciale della Federconsumatori di Catania, Salvo Nicosia, che si è già attivato con una nota di reclamo indirizzata alla società, la Eleven Sports deve rispondere direttamente agli utenti provvedendo ai rimborsi e agli indennizzi, senza tentare di scaricare la responsabilità sul provider al quale era stato affidato il servizio streaming.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail